Pro Loco Pelago

Prossimi eventi

sabato 21 ottobre 2017

( fra 2 giorni )


Sagra del bollito

Pelago - Centro Pastorale - Dalle: 19:00


Corsi di ceramica - Corsi base I e II livello

Paterno - Studio Giusti - Dalle: 10:00

La chiesa di Santa Maria a Popigliano

La chiesa ricordata per la prima volta nell'XI secolo, quando il patronato dell'edificio pass ai vallombrosani di San Fedele a Strumi.

Nel corso dei secoli la propriet di Santa Maria cambi varie volte; nel '500 sappiamo che la chiesa apparteneva per una met ai Cattani da Diacceto e per l'altra a Vollombrosa, successivamente pass ai Bargiacchi e poi ai Bargigli.

Nel 1972 la chiesa e la canonica furono definitivamente vendute a privati.

Nel XVI secolo documentata una forte devozione popolare nei confronti del Crocifisso ligneo che si trovava a Popigliano e che adesso conservato in Santa Maria alle Palaie.

La scultura, poco nota alla critica d'arte specialistica, databile sul finire del quattrocento e dimostra da parte dell'artista una conoscenza dello stile di Michelangelo Buonarroti (si veda ad esempio la Croce gi in Santo Spirito ed ora in Casa Buonarroti) e Benedetto da Majano.

La chiesa di Santa Maria, restaurata nella seconda met del '900, conserva ancora elementi dell'originaria struttura romanica, come ad esempio l'abside semicircolare.

All'interno sono stati rimossi gli altari laterali, ma sono state per conservate le cornici marmoree.

Villa Sarchi a Pogginano

La villa documentata a partire dal XVIII come appartenente alla famiglia Sarchi e successivamente ai Checcacci ed ai Bacci.

Il complesso si presenta con due unit rettangolari affrontate e raccordate da un muro di cinta, dove si apre il portale d'ingresso in bugnato che immette nel cortile interno.

Accanto alla villa sorge un piccolo oratorio intitolato a Santa Cristina, ricordato gi in un documento del 1726, ma probabilmente risalente alla seconda met del '600; la pala d'altare con la Madonna con Bambino e Sant'Orsola difatti riferibile a questo periodo.

Villa Bargigli a Camperiti

Un edificio gi ricordato in localit Camperiti nel XV secolo e dal XVI ne conosciamo i proprietari: la famiglia Bargigli o Bargilli.

L'attuale struttura della villa tuttavia settecentesca, ed al medesimo periodo riferibile anche la Cappellina dedicata alla Madonna ed ai Santi Nicola e Francesco di Paola.

Questa decorata da tre dipinti entro cornici marmoree attribuiti al pittore Francesco Conti e raffiguranti la Madonna in trono con Bambino e i Santi Nicola di Bari e Francesco di Paola, San Nicola libera il giovane Adeodato, San Francesco di Paola attraversa lo stretto di Messina.

Testi a cura di Deborah Tini


gioved 19 ottobre 2017


Accadde oggi

Nessun evento registrato

Newsletter periodica




Verrà inviata una e-mail con il link per la conferma della sottoscrizione.

Grazie al contributo di